Recensioni - Bottega Artigiana Tifernate

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Recensioni

Storico News
RECENSIONI



il prof. Antonio Paolucci
, direttore dei Musei Vaticani, così giudica il nostro lavoro:
è incredibile la perfezione raggiunta nel ricreare ogni singolo dettaglio dell'opera originale sia a livello estetico sia nell'attenta ricostruzione dei materiali.
Il fatto poi di poter lavorare su più autori anche molto differenti fra loro come stile pittorico, rende questo lavoro ancor più interessante.
Il Prof. Antonio Paolucci, conobbe la famiglia Lazzari nel 1997 quando era soprintendente ai beni artistici di Firenze e aveva assunto la direzione dei lavori per la ricostruzione della volta crollata nella Basilica di San Francesco di Assisi, volta dipinta da Giotto e Cimabue.
Al nostro laboratorio venne affidato il compito di progettare la ricreazione dello strato pittorico poiché la nostra tecnica di lavorazione era ritenuta la migliore come qualità pittorica e durata nel tempo.
Nel 1999 il Principe di Monaco Ranieri III
durante un'esposizione giudica le nostre opere di grande spessore artistico e culturale.
Nel 2005 la famiglia Lazzari riceve una importantissima commissione: ricreare in formato originale alcune opere di Dosso Dossi, Giovanni Bellini e Tiziano, da collocare nell'esatta posizione che avevano all'interno del Castello Estense di Ferrara, prima di essere spostati altrove.
Ora, queste opere da noi ricreate si possono ammirare insieme alle numerose opere originali nella collezione del Castello.
La commissione che ha scelto la nostra tecnica, era composta da numerosi critici e studiosi dell'arte a livello mondiale, primo fra tutti il direttore del Castello Estense, l'arch. Marco Borella
.
Erano inoltre presenti:
Il prof. Charles Hope
, direttore scientifico della National Gallery di Londra, che giudica il nostro lavoro di grande impatto visivo e sicuramente in grado di stare vicino ad opere di 500 anni fa;
il Prof. Paolo Marconi
dell'Università La Sapienza di Roma, considerato uno dei più grandi esperti d'arte di tutto il mondo che, riferendosi proprio al lavoro svolto per il Castello Estense dice:
"Questo progetto è un prototipo dei Musei dell'avvenire, nel quale trionfano opere di grandi Artisti a fianco di altrettanto eccezionali Riproduzioni. Il sapiente lavoro svolto dalla famiglia Lazzari, permette di ricreare un'opera d'arte esteticamente uguale all'originale e di realizzarla con gli stessi materiali e le stesse procedure di lavorazione di una Bottega d'Arte del 1400."

E questa critica alla nostra tecnica è stata fatta anche da Mons. Carlo Chenis
, Vicepresidente dei Beni Culturali del Vaticano e considerato uno tra i massimi esperto Mondiale di Arte Religiosa.
Vittoria Sgarbi
, importante critico d'Arte italiano, curatore di numerose mostre nonché ospite di numerose trasmissioni televisive per la sua capacità di descrivere in maniera semplice qualsisi cosa riguardi l'Arte, nel giudicare il nostro lavoro, dice:
La famiglia Lazzari, con il proprio lavoro, offre un servizio importante al mondo dell'Arte, poiché permette di riunire in una sola stanza opere sparse in più parti del mondo, così che gli studiosi possono esaminarle tutte in una sola volta.
Nel 2006 La famiglia Lazzari riceve un'altro incarico di fondamentale importanza per il proprio futuro:
ricreare esattamente i dipinti della Porziuncola di Santa Maria degli Angeli, Assisi, da collocare sulla copia della stessa che verrà edificata nella città di San Francisco negli Usa.
La commissione arriva dal Vaticano ed esattamente dal Cardinal William Joseph Levada
assieme al vicesindaco della città, l'avv. Angela Alioto.
Entrambi apprezzano la nostra tecnica di lavorazione e la ritengono l'unica in grado di ricreare 150 metri quadrati di affreschi e tavole realizzate con tecniche e stili differenti.
Si trattava infatti di lavorare su una tavola del 1300 di Prete Ilario da Viterbo,realizzata in oro zecchino 24 carati interamente cesellata a mano, frammenti Giotteschi del 1300, su un affresco del Perugino datato 1500 ed infine di un affresco realizzato per la facciata della cappella dal pittore ottocentesco Overbeck.
La famiglia Lazzari fin dall'inizio della propria ricerca, ha cercato di capire il lavoro tecnico svolto nelle botteghe dei grandi Artisti rinascimentali e allo stesso tempo ha cercato di studiare le tecniche pittoriche di artisti diversi fra di loro.



 
Torna ai contenuti | Torna al menu